Economia civile, impresa responsabile e finanza sostenibile


Il corso di alta formazione analizza il paradigma dell’Economia civile nei suoi aspetti principali, introduce i partecipanti alla figura dell’imprenditore e del manager civile, sia in via teorica sia avvalendosi di testimonianze e di “case study” e trasferisce un insieme di categorie concettuali, quali le organizzazioni come ‘sistema aperto’ per il bene comune, la responsabilità ‘civile’ di impresa, il ruolo della finanza, utili a vivere le organizzazioni come uno strumento di civilizzazione del mercato e di sviluppo umano integrale. Durante il corso sarà proposto di sviluppare un project work per l’applicazione degli spunti forniti dall’Economia Civile al proprio contesto lavorativo.

1° moduloL'impresa e l'imprenditore civile

L’impresa non è solo una realtà che produce reddito, occupazione, qualità, innovazione e che paga le giuste imposte. L’impresa civile è chiamata a un ‘di più’ che la renda “amica” della città e delle società globali attuali e future. L’Economia civile che ha le sue origini nell’Umanesimo e fiorisce nelle due capitali dell’Illuminismo italiano, Napoli e Milano, offre suggestioni e spunti per immaginare un’impresa orientata alla ‘felicità pubblica’, reinterpretando il proprio ruolo nelle relazioni con gli stakeholder interni ed esterni e ponendo al centro la persona. L’imprenditore civile, pur attento al profitto ma lontano dall’essere un massimizzatore di rendite, gioca un ruolo creativo nella soluzione dei problemi della comunità, del territorio e sa riconoscere quelle opportunità che, insieme allo sviluppo dell’impresa, fanno crescere il bene comune. Le tematiche affrontate in questo modulo sono considerate propedeutiche a quelle affrontate nei moduli successivi.

2° moduloLa responsabilità civile d'impresa e la sua valutazione

Il modulo presenta il tema della responsabilità d’impresa nella prospettiva dell’Economia civile. Saranno illustrate le tipologie di impresa che attraverso la scelta della forma giuridica esprimono un’adesione alla responsabilità sociale e ambientale, ma soprattutto le metodologie atte a leggere e comunicare gli impatti e gli effetti, anche intangibili e indiretti, dell’attività imprenditoriale, da un punto di vista economico, sociale e ambientale.

Helen AlfordSabrina BonomiMichele DorigattiEnrico GiovanniniGiovanni LombardoPaolo RossiStefano Zamagni


3° moduloIl management civile

Il management non può essere considerato una scienza o un insieme di 'tecnicalities' da apprendere applicando casi di successo sperimentali in contesti culturali sociali e giuridici fortemente disomogenei. Il management è piuttosto un’arte che si avvale del contributo di saperi provenienti da numerose discipline tra cui la filosofia, l’antropologia, la sociologia e la psicologia. Negli ultimi decenni, con la finanziarizzazione dell'economia, la figura strategica del manager ha spesso smarrito la sua sensibilità multistakeholder. Nell'approccio dell'Economia civile il manager è la persona chiave in grado di mediare tra i diversi interessi aziendali e di guardare alla comunità aziendale al di là dei numeri, interpretando i trends e i megatrend dei mercati e della società.

Giuseppe ArgiolasAlberto FrassinetiAnouk GrevinGabriele GabrielliMaurizio MancusoRenato RuffiniAlessandra Smerilli


4° moduloLe organizzazioni come sistema aperto

L’impresa è insieme il luogo di lavoro e relazioni umane, è un habitat che può generare creatività e innovazione o, al contrario, inibirne potenzialità e generatività. Il corso intende approfondire aspetti legati alle qualità spaziali e relazionali dentro l’impresa, proponendo un'ampia riflessione sul contesto territoriale e sociale in cui è inserita. Il radicamento territoriale e la filiera corta di relazioni possono essere una risorsa da riscoprire per intrecciare reti lunghe di scambio sovralocali e internazionali. Le organizzazioni influenzano e sono influenzate dall’ambiente in cui sono inserite: una comunità è in grado di trovare soluzioni intelligenti per migliorare la propria qualità di vita se tutti i suoi abitanti si sentono responsabili dello sviluppo del territorio di appartenenza e sono orientati a costruire il bene comune. è immaginabile un modello di impresa con i piedi nella terra e la testa nel mondo?

Sabrina BonomiFiore De LetteraElena GranataPaolo Rossi


5° moduloFinanza eticamente orientata

Il sistema finanziario gioca un ruolo cruciale per il buon funzionamento dell’economia reale e della società civile. Il presente modulo dedica un approfondimento ai principali attori e strumenti della finanza eticamente orientata. Si focalizza l’attenzione a quelle pratiche che aumentano la capacità dei sistemi economici di produrre benessere e bene comune, rimanendo a contatto con la storia, con la realtà, con attenzione alla persona e contro le disuguaglianze.